EOS intende raccogliere 550 mln tramite tre fondi

Date 20 Sep 2016
Source --

20/09/2016 – Milano Finanza

A un anno dal via libera dalla Fca (la Consob inglese) a operare in qualità di gestore di fondi di investimento alternativi secondo la direttiva europea Aifm, Eos Investment Management ha portato a pieno regime la raccolta per il nuovo fondo europeo dedicato alle energie rinnovabili e alle infrastrutture, un ulteriore fondo di private equity e per un fondo di fondi, mentre lascia in stand by il lancio di un veicolo di private debt, in attesa di individuare il team di gestione adeguato. Ogni fondo infatti si avvale di un team di investimento dedicato, che vanta una provata esperienza nel settore di riferimento, mentre restano accentrate a livello di una società di gestione unica le attività regolamentate di risk management, compliance, raccolta oltre che di marketing e gestione strategica. Ciro Mongillo, alla guida dell’asset manager indipendente di diritto inglese da lui fondato, ha spiegato a MF-Milano Finanza che «quelli di Eos sono fondi d’investimento chiusi, strutturati in forma di Sicav Sif lussemburghesi. La Brexit non ci spaventa perché appunto la società di gestione inglese ha ottenuto a suo tempo il via libera alla gestione dei veicoli di diritto lussemburghese da parte dell’Autorità di vigilanza locale e abbiamo già anche un ufficio in Lussemburgo. Se in futuro ci chiedessero di aprire una società di gestione in Lussemburgo, non avremmo problemi a farlo». Eos è già operativo da tempo nel settore delle energie rinnovabili con il fondo Efesto Energy, che lo scorso giugno ha comprato due impianti fotovoltaici da Euroenergy per oltre 5 milioni di euro e oggi ha in portafoglio circa 30 impianti fotovoltaici per un controvalore di circa 70 milioni. «Il nuovo fondo dedicato alle energie rinnovabili punta a una raccolta di 150 milioni e sarà dedicato agli investimenti in Europa, sia green che brown field, a differenza del primo fondo che è focalizzato sull’Italia e investe sul mercato secondario», ha aggiunto Mongillo, che ha proseguito: «Anche il fondo di private equity punta a 150 milioni di raccolta, mentre il fondo di fondi, il cui focus sarà una miscela di strategie d’investimento su private equity ed energia/infrastrutture, intende raccoglierne 250». (riproduzione riservata)

Download